Le figure in azienda coinvolte nel primo soccorso: addetti, squadra e datore di lavoro

In Italia, le aziende sono legalmente obbligate a garantire la presenza di personale addestrato al primo soccorso sul luogo di lavoro. Questo obbligo è regolamentato dal Decreto Legislativo 81/2008, noto come Testo Unico sulla Sicurezza sul Lavoro, e successive normative integrative. L’obiettivo è garantire la pronta assistenza in caso di incidenti o emergenze mediche.

La figura di riferimento in questo caso è l’addetto al primo soccorso, una figura fondamentale all’interno di qualsiasi ambiente lavorativo che è incaricata di fornire assistenza immediata in caso di emergenze mediche.

 

Chi è l’addetto al primo soccorso?

La nomina dell’addetto al primo soccorso può variare a seconda delle normative locali e aziendali, ma di solito è responsabilità del datore di lavoro designare una persona per questo ruolo.

L’addetto al primo soccorso svolge un ruolo vitale nella gestione delle emergenze mediche sul posto di lavoro. Attraverso la sua formazione, competenza e prontezza d’azione, contribuisce a garantire un ambiente di lavoro sicuro e pronto a fronteggiare eventuali situazioni di emergenza.

 

Compiti dell’addetto al primo soccorso

I compiti dell’addetto al primo soccorso possono essere molteplici e comprendono:

  • Assistenza immediata: L’addetto al primo soccorso è responsabile di fornire assistenza immediata in caso di incidenti o emergenze mediche sul luogo di lavoro. Questo può includere la somministrazione di cure di base, come la rianimazione cardiopolmonare (RCP), il controllo delle emorragie o la gestione delle vie aeree.
  • Chiamata ai soccorsi: In caso di situazioni gravi o che richiedono interventi specialistici, l’addetto al primo soccorso è responsabile di chiamare i soccorsi e coordinare l’arrivo dei professionisti sanitari sul posto di lavoro.
  • Documentazione degli interventi: È importante che l’addetto al primo soccorso documenti accuratamente ogni intervento effettuato, compresi i dettagli dell’incidente, le cure fornite e qualsiasi altra informazione rilevante. Questa documentazione può essere utile per scopi legali o di formazione.
  • Formazione e sensibilizzazione: L’addetto al primo soccorso può anche svolgere un ruolo nella formazione e nella sensibilizzazione dei colleghi in materia di primo soccorso. Organizza corsi di formazione, fornisce informazioni sui protocolli di emergenza e promuove una cultura della sicurezza sul lavoro.

 

Requisiti dell’addetto al primo soccorso

I requisiti per essere nominati come addetto al primo soccorso possono includere la partecipazione a specifici corsi di formazione addetti primo soccorso. È importante che l’addetto abbia una buona conoscenza delle procedure di pronto intervento e sappia gestire situazioni di emergenza in modo efficace e tempestivo, in base alla tipologia di attività della società. Infatti, i corsi primo soccorso aziendale vengono divisi per categorie di rischio alto, medio o basso: gruppo A, e gruppi B-C. L’addetto al primo soccorso in azienda è obbligato inoltre ad eseguire un aggiornamento del corso ogni 3 anni, essendo possibile la modalità di corso primo soccorso online sia per tale figura sia per altri membri coinvolti nelle attività di primo soccorso, come la squadra di primo soccorso aziendale.

Chi è la squadra di primo soccorso aziendale?

La squadra di primo soccorso aziendale può includere dipendenti provenienti da diverse aree e livelli all’interno dell’azienda – la diversificazione della squadra, includendo membri da diverse aree dell’azienda è infatti una prassi consigliata poiché contribuisce a facilitare una maggior e più efficace copertura. Questi dipendenti devono essere volontari e dovrebbero essere selezionati in base alle loro capacità di apprendimento e alla capacità di gestire situazioni di emergenza in modo calmo e efficace.

Questa squadra svolge un ruolo cruciale nel garantire la sicurezza e la salute dei dipendenti, fornendo assistenza immediata in situazioni di emergenza. I membri della squadra sono formati per gestire incidenti, somministrare cure di base e coordinare l’arrivo dei soccorsi, se necessario.
È importante che i membri della squadra ricevano formazione adeguata e regolare per mantenere le loro competenze e conoscenze aggiornate.

 

Datore di lavoro e primo soccorso

Il datore di lavoro ha numerosi obblighi in materia di primo soccorso, come sancito dal Decreto Legislativo 81/2008 e normative successive. Rispettare questi obblighi è essenziale per garantire un ambiente di lavoro sicuro e proteggere la salute e la sicurezza dei dipendenti.

Da una parte è responsabile di garantire la presenza di personale addestrato al primo soccorso sul luogo di lavoro. Questo implica la nomina di un addetto al primo soccorso e la sua formazione in corsi specifici in modo da essere preparato a gestire situazioni di emergenza.

Il datore di lavoro deve inoltre fornire le risorse necessarie per garantire l’accesso alle attrezzature di primo soccorso, come kit di pronto intervento e defibrillatori, nonché garantire la loro manutenzione regolare.

In caso di emergenze mediche, il datore di lavoro deve assicurare che i soccorsi siano chiamati tempestivamente e che il personale di primo soccorso sia adeguatamente supportato. Deve inoltre assicurarsi che tutti i dipendenti siano a conoscenza delle procedure di primo soccorso e dell’ubicazione delle attrezzature.

 

In conclusione, la presenza di un adeguato sistema di primo soccorso in azienda è essenziale per garantire la sicurezza e la salute dei dipendenti. Dai responsabili nominati, agli addetti formati, fino alla squadra di pronto intervento, ogni individuo svolge un ruolo cruciale nella gestione delle emergenze mediche sul luogo di lavoro. Una cultura della sicurezza promossa attivamente a tutti i livelli dell’azienda può contribuire a ridurre il rischio di incidenti e garantire una risposta rapida ed efficace in caso di emergenza.