Livello di rischio aziendale: come sapere a quale categoria appartengo?

Le attività economiche sono classificate dal D.Lgs. 81/08 Testo Unico Sicurezza come: attività a rischio basso, a rischio medio o attività a rischio alto. Sapere a quale categoria di rischio appartiene la propria azienda è essenziale per garantire la sicurezza sul luogo di lavoro e adottare le misure necessarie per proteggere i lavoratori. La classificazione delle imprese in base al rischio è un passo fondamentale per identificare le potenziali minacce e adottare le adeguate precauzioni.

Le categorie di rischio sono determinate da vari fattori, tra cui il settore di attività dell’azienda e il tipo di lavoratori impiegati. È importante considerare le categorie di lavoratori esposti a maggior rischio, come ad esempio coloro che operano in ambienti industriali o che manipolano sostanze pericolose.

 

Come sapere la categoria di rischio della mia azienda?

La categoria di rischio di un’azienda può essere identificata attraverso il codice ATECO, che classifica le attività economiche in base alla loro natura. Ogni attività economica è associata a un codice ATECO specifico, che ne descrive in maniera dettagliata il settore di appartenenza e le principali caratteristiche. Attraverso questo codice è possibile comprendere il contesto operativo dell’azienda e valutare i potenziali rischi connessi alle sue attività.

Ad esempio, un’impresa attiva nel settore manifatturiero potrebbe essere classificata con un codice ATECO relativo alla produzione di beni di consumo, mentre un’azienda operante nel settore dei servizi potrebbe essere identificata con un codice relativo alle attività di consulenza o assistenza.

Una volta individuato il codice ATECO corrispondente all’attività svolta dall’azienda, è possibile consultare le relative tabelle di classificazione dei rischi per determinare la categoria di rischio a cui appartiene.

Quali sono le classi di rischio aziendale?

Le categorie di rischio sul lavoro possono essere suddivise in basso, medio e alto rischio. Le imprese con una classificazione di rischio alto devono prestare particolare attenzione alla sicurezza sul lavoro e adottare misure più specifiche e articolate per proteggere i propri dipendenti.

Aziende rischio basso
Le aziende classificate con un rischio basso sono caratterizzate da un ambiente di lavoro relativamente sicuro, con poche o nessuna situazione ad alto potenziale di pericolo per i dipendenti. Queste imprese possono operare in settori come l’amministrazione, l’istruzione, i servizi professionali o altre attività che comportano un rischio limitato per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

Un esempio di azienda con rischio basso potrebbe essere un ufficio di consulenza, dove i dipendenti svolgono principalmente attività di desk work senza essere esposti a sostanze pericolose o a rischi fisici significativi. In queste situazioni, le misure di sicurezza possono concentrarsi principalmente sull’ergonomia delle postazioni di lavoro, sulla prevenzione degli infortuni da scivolamento o caduta e sulla promozione di una cultura della sicurezza attraverso la formazione e la consapevolezza.

Aziende rischio medio
Le imprese con un livello di rischio medio operano in settori che comportano una maggiore complessità o esposizione a potenziali rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Queste aziende possono includere, ad esempio, attività manifatturiere, edili, commerciali o di trasporto, dove sono presenti macchinari, attrezzature pesanti o sostanze chimiche che possono rappresentare un rischio significativo se non gestite correttamente.

Un esempio di azienda rischio medio potrebbe essere un’officina meccanica, dove i dipendenti sono esposti a macchinari in movimento, sostanze chimiche utilizzate nei processi di lavorazione e potenziali rischi di infortuni sul lavoro. In queste situazioni, è essenziale adottare misure preventive appropriate, come la manutenzione regolare delle attrezzature, la fornitura di dispositivi di protezione individuale (DPI) e la formazione dei dipendenti sull’uso sicuro delle macchine.

Aziende rischio alto
Le aziende con un alto livello di rischio sono quelle che operano in settori ad alto potenziale di pericolo per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Queste imprese possono includere attività come l’industria chimica, la lavorazione dei metalli, l’estrazione mineraria o la costruzione di infrastrutture, dove sono presenti rischi significativi di esposizione a sostanze tossiche, incidenti gravi o catastrofi ambientali.

Un esempio di azienda rischio alto potrebbe essere una raffineria di petrolio, dove i dipendenti sono esposti a sostanze altamente infiammabili, processi ad alta pressione e rischi di incidenti industriali potenzialmente letali. In queste situazioni, è fondamentale adottare misure preventive rigorose, come la messa in atto di protocolli di sicurezza dettagliati, la sorveglianza costante dei processi industriali e la formazione continua dei dipendenti su come gestire situazioni di emergenza in modo efficace.

 

Livello di rischio e adempimenti legislativi

La conoscenza del livello di rischio è importante per garantire la conformità alle leggi e ai regolamenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Le autorità di vigilanza possono richiedere alle aziende di dimostrare di aver identificato e gestito i rischi presenti sul luogo di lavoro, e la mancanza di una valutazione adeguata può comportare sanzioni legali e penali.

Inoltre, la categoria di rischio di un’azienda influisce direttamente sui corsi di formazione sulla sicurezza che i dipendenti devono frequentare e sulla durata di tali corsi.

Il corso di primo soccorso ad esempio è essenziale per tutte le categorie di rischio: fornisce conoscenze di base su come gestire situazioni di emergenza e fornire assistenza medica immediata in caso di incidenti sul lavoro.

Corsi sull’utilizzo sicuro delle attrezzature e dei macchinari o di lavoro in spazi confinati sono riservati ad aziende di rischio medio e alto mentre i corsi di gestione del rischio biologico appartengono agli obblighi di formazione sulla sicurezza per le aziende di rischio alto.

In conclusione, la conoscenza della categoria di rischio a cui appartiene la propria azienda è fondamentale per adottare le misure di sicurezza adeguate e proteggere la salute e il benessere di tutte le persone coinvolte nelle attività della società. Attraverso una corretta valutazione dei rischi e una formazione adeguata, è possibile ridurre al minimo gli incidenti sul luogo di lavoro e creare un ambiente sicuro e protetto per tutti.